• Home »
  • Isola delle Femmine »
  • Parco giochi, la consigliera Antonella Uva propone di riaprirlo con i fondi della Democrazia Partecipata e donazioni private
Parco giochi, la consigliera Antonella Uva propone di riaprirlo con i fondi della Democrazia Partecipata e donazioni private

Parco giochi, la consigliera Antonella Uva propone di riaprirlo con i fondi della Democrazia Partecipata e donazioni private

antonella uva articoloRiaprire il Parco Giochi “Madre Teresa di Calcutta” di Isola delle Femmine utilizzando i fondi regionali per la democrazia partecipata, donazioni private e sponsor: è questa la proposta formulata dalla consigliera Antonella Uva, appartenente al gruppo politico “Un’altra Isola… sì”, e inviata via PEC all’amministrazione Nevoloso. “Inizia la mia attività di Consigliere comunale per portare avanti le istanze che avevo già programmato durante la campagna elettorale”, ha dichiarato Antonella Uva, che ha incassato il sostegno alla proposta anche dal consigliere comunale dott. Maurilio Puccio, anche lui appartenente al gruppo “Un’altra Isola… sì”.

Non è la prima volta che la consigliera Antonella Uva si occupa del parco giochi. Nel corso degli anni, infatti, ha partecipato ad iniziative volte a tenere in vita uno dei pochi spazi aggregativi di Isola delle Femmine. “Dopo mesi di chiusura e abbandono, nel 2015 la Onlus ‘Rifiuti e Spreco Zero’, di cui faccio parte, ha organizzato nel parco una scuola di compostaggio, con l’obiettivo di creare al suo interno una compostiera di comunità”, ha spiegato Antonella Uva, “lo stesso anno abbiamo anche organizzato un’iniziativa per la misurazione gratuita della glicemia e della pressione arteriosa all’interno del parco. Subito dopo il parco ha chiuso definitivamente i suoi cancelli e oggi versa in uno stato di completo abbandono”.

parco giochi

Ecco, nel dettaglio, la sua proposta: “Ai giovani di Isola delle Femmine deve essere garantito uno spazio verde e di aggregazione, aperto tutto l’anno. Quantomeno nel week-end durante la stagione invernale e tutti i giorni in primavera e d’estate. Per questo motivo ho inviato all’amministrazione comunale una proposta via PEC per la riapertura del Parco Giochi attraverso l’utilizzazione dei fondi regionali per la democrazia partecipata e donazioni private e sponsor. La vigilanza potrebbe essere affidata alla Protezione Civile di Isola delle Femmine. Di fronte ai problemi dobbiamo essere creativi”, continua Uva, “perché esistono diverse possibili soluzioni, tante quante riusciamo a immaginare e combinare!”.

La consigliera ha anche sollecitato l’amministrazione comunale ad attivarsi per la realizzazione di una Palestra all’aperto presso il Parco Dune, portando a compimento un progetto avviato dalla precedente amministrazione Bologna e già finanziato dal “Gal Terre Normanne” con 111.180,06 euro.

Il progetto prevede la realizzazione di quattro aree per lo sport per adulti, bambini e disabili, più un percorso di Calistenics, ma anche un’area ristoro-degustazione di prodotti tipici, pedane in legno ed un punto informazioni. “Il progetto è già stato approvato dall’assessorato regionale all’Agricoltura, ma da mesi la pratica si è arenata”, spiega la consigliera, “è dunque necessario che l’amministrazione Nevoloso solleciti lo sblocco della pratica perché venga predisposta la gara d’appalto e partano i lavori. Non possiamo lasciarci scappare l’opportunità di recuperare un’area oggi in stato di abbandono e di ampliare l’offerta turistica del nostro paese”.

parco dune

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 8    Media Voto: 4.5/5]

proposta antonella parco

 

Commenti

Share