Isola delle Femmine conferisce la cittadinanza al Dalai Lama “per il suo messaggio di tolleranza” (VIDEO)

Isola delle Femmine conferisce la cittadinanza al Dalai Lama “per il suo messaggio di tolleranza” (VIDEO)

La vera pace dipende dall’attitudine mentale di ognuno di noi, da come pensiamo. Anche la pace nel mondo della società dipende dall’individuo“, ha dichiarato il Dalai Lama, tornato a Palermo dopo oltre vent’anni da quando, nel 1996, la città gli conferì la cittadinanza onoraria, “ci sono vari livelli di pace che possiamo avere, il punto fondamentale è che dobbiamo cambiare i modi sbagliati di pensare. Il metodo principale per ottenere la pace è sviluppare attitudine compassionevole. Il mio impegno principale è la promozione dei valori umani. Il secondo impegno è promuovere l’armonia tra le religioni“.

dalai lama1Questa mattina Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per la Pace, ha tenuto una conferenza sull’”Educazione alla Gioia” presso il Teatro Massimo di Palermo, gremito di giornalisti e troupe televisive, oltre che di rappresentanti della società civile. Alla conferenza ha partecipato anche Rossella Puccio, assessore al turismo di Isola delle Femmine, che ha conferito al Dalai Lama la cittadinanza onoraria su delega del sindaco Stefano Bologna e in rappresentanza della comunità isolana. “Accogliamo il Dalai Lama, aperti ad ascoltare la sua parola che nasce da insegnamenti millenari e universali”, ha commentato Rossella Puccio, “con la speranza che la gioia possa permeare i cuori di tutti. Anche dei malvagi. Essere educati alla gioia ci permette di aprirci alle influenze che provengono dal pianeta e dall’universo e restituire i doni ricevuti”, continua l’assessore, “per tutti noi Isolani è un messaggio di speranza e di sviluppo che non possiamo non mai smettere di condividere“.

Il conferimento della cittadinanza onoraria a Tenzin Gyatso, quattordicesimo Dalai Lama, è stato deliberato lo scorso primo settembre dalla giunta comunaleper l’impegno quotidiano profuso nei confronti del dialogo, della convivenza, del messaggio di tolleranza e di pace, volto all’affermazione dei valori di libertà e di non violenza, nel rispetto dei diritti umani nel mondo. Il Dalai Lama rappresenta un’alta testimonianza spirituale come prima autorità religiosa del popolo tibetano e come punto di riferimento per le tradizioni del Buddismo nel mondo; inoltre è un fervente promotore del dialogo tra i popoli e le religioni“.

dalai lama6Quando mi danno le cittadinanze onorarie, chiedo sempre quali sono i miei diritti e quali sono i miei doveri. Voglio più diritti e pochi doveri”, ha scherzato il Dalai Lama nel ringraziare l’assessore Rossella Puccio e il sindaco di Ventimiglia Antonio Rini che gli hanno consegnato delle targhe commemorative. “La Sicilia da ventuno anni fa a oggi è cambiata”, ha dichiarato il Dalai Lama nel corso della conferenza, “ho visto persone pronte ad accogliere i migranti, compassionevoli. Questa è una cosa ottima. La politica ha un suo ruolo in questo, la politica compassionevole è giusta, il resto è sporco e porta all inganno“. Al termine della conferenza il Dalai Lama ha lasciato la città alla volta della Toscana, non prima di aver ricevuto alcuni doni-simbolo: un Ficus religiosa, l’albero sacro per eccellenza per i buddisti, gianisti e induisti. L’albero è stato coltivato all’Università di Palermo e sarà interrato all’Orto Botanico di Palermo, divenendo così un forte segno per l’accoglienza e la convivenza di popoli differenti.

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 5    Media Voto: 4.6/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e collaboro con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share