Raccolta rifiuti ad Isola delle Femmine, nuova ordinanza contro gli incivili: multe e telecamere

Raccolta rifiuti ad Isola delle Femmine, nuova ordinanza contro gli incivili: multe e telecamere

A distanza di 4 anni dall’introduzione, ad Isola delle Femmine, del sistema di raccolta differenziata, quello degli incivili è un problema tutt’ora persistente e numerosi sono i cumuli di sacchetti abbandonati agli angoli delle strade. Per tentare di fronteggiare questo fenomeno, che ha peraltro determinato una drastica diminuzione della percentuale di raccolta differenziata, è stata emanata un’ordinanza che, nelle intenzioni del sindaco Bologna, aprirà una nuova fase, di tipo repressivo nei confronti di chi continua a non voler rispettare le regole della raccolta rifiuti.

multaSaranno posizionate 10 telecamere nei punti critici, per dare senso compiuto ed efficacia all’ordinanza”, ha dichiarato Stefano Bologna, “nella riunione svoltasi alcuni giorni fa tra l’amministrazione, l’Agesp e il comando dei Vigili Urbani, inoltre, si è deciso che da lunedì 6 maggio partiranno dei servizi di vigilanza ambientale specifici a partire dalle 6 di mattina, per intercettare gli incivili che non vogliono bene Isola delle Femmine. Inoltre verranno effettuati incontri con gli operatori turistici, i commercianti e i ristoratori per chiarire ancora meglio che la raccolta differenziata si deve fare per legge e per civiltà”. Le telecamere saranno installate nei punti critici di Piano Ponente (P.zza Enea), Piano Levante (P.zza Piombino), Via Foscolo/Via Roma, Via Romeo/via Napoli, Via Romeo/ via Stazione, Via Garbaldi, Via Libertà (Case Iacp), Via Kennedy, Costa Corsara e Viale dei Saraceni. Le multe per gli “incivili” vanno da 50 a 500 euro.

multa

L’ordinanza n. 11 “invita tutti gli utenti a voler scrupolosamente attenersi alle norme di comportamento che devono essere proprie di una società civile e di tenere presenti le seguenti norme d’uso, onde cooperare al migliore svolgimento del servizio nel comune interesse, confidando nel senso civico di ogni cittadino, affinché sia parte civile e responsabile al fine di rendere il servizio più efficiente ed economico”. Pertanto, è fatto assoluto divieto a tutte le utenze domestiche e non domestiche:

  1. l’abbandono indiscriminato dei rifiuti differenziati e non differenziati effettuato su aree pubbliche e il conferimento degli stessi con modalità e orari difformi da quelli previsti;
  2. l’abbandono dei rifiuti derivanti da sfalci, potatute e ripuliture effettuate su aree urbane pubbliche;
  3. l’abbandono di sacchetti di rifiuti nei cestini getta-carta stradali;
  4. l’abbandono di rifiuti durevoli e R.A.E.E. effettuato su aree pubbliche;
  5. l’abbandono di detriti e fluidi sul suolo pubblico;
  6. di conferire rifiuti indifferenziati o non conformi, all’interno dei mezzi o contenitori destinati alla raccolta differenziata;
  7. di conferire frazioni di rifiuto differenziabili, quali frazione organica, plastica, carta, cartone, veto e metalli, all’interno dei mezzi o contenitori destinati alla raccolta indifferenziata;
  8. di intralciare o ritardare l’opera degli addetti ai servizi di raccolta;
  9. di conferire rifiuti per la raccolta differenziata domiciliare in sacchetti non trasparenti, che non permettono agli operatori di valutare la corretta selezione del rifiuto;
  10. di conferire rifiuti nelle postazioni per la raccolta differenziata domiciliare di altre utenze;
  11. di esporre rifiuti in orari e giorni diversi da quelli previsti dal calendario di raccolta;
  12. di far penzolare contenitori e/o sacchetti dei rifiuti dai balconi delle abitazioni. Al personale della società incaricata del servizio di raccolta rifiuti è fatto assoluto divieto di prelevare detti sacchetti, con obbligo agli stessi di segnalare al Comando della Polizia Municipale le abitazioni dei trasgressori;
  13. l’abbandono di escrementi di cani, anche se già raccolti negli appositi sacchetti, lungo le strade o in altre zone del territorio comunali. Tali deiezioni dovranno essere smaltiti nella frazione indifferenziata dei rifiuti domestici, ovvero negli appositi cestini insistenti nel territorio comunale destinati a tale uso.

È fatto obbligo ai cittadini residenti, domiciliati o dimoranti e alle utenze domestiche di effettuare la selezione dei rifiuti prodotti in modo differenziato e di esporli, utilizzando gli appositi contenitori antirandagismo, davanti la propria abitazione, in luogo visibile e di facile accesso agli operatori, esclusivamente dalle ore 21:00/22:00 entro le ore 6:00 del giorno previsto per il ritiro. Per lo smaltimento di ingombranti e sfalci di potature è necessaria una prenotazione, chiamando il numero verde 800 197 350 nei giorni di mercoledì e sabato.

spazzaturaA far data da lunedì 6 maggio 2019 i rifiuti esposti in violazione delle modalità prescritte non saranno ritirati e quindi lasciati sul posto. Su tali rifiuti sarà apposto, dal personale addetto alla raccolta, un adesivo indicante la motivazione del non ritiro, con disposizione, allo stesso, di informare gli agenti di polizia municipale. In tale eventualità è fatto obbligo all’utente il ritiro presso la propria utenza, la rimozione degli eventuali rifiuti non conformi e il riposizionamento ai fini della raccolta nelle corrette giornate di conferimento.

I proprietari che affittano immobili a terzi per brevi periodi sono tenuti ad informare i relativi inquilini sul metodo di raccolta differenziata, con il sistema domiciliare “porta a porta” e a mettere a loro disposizioni le istruzioni per l’uso e le dotazioni da utilizzare durante il periodo di soggiorno sul territorio comunale.

La vigilanza e il controllo sul rispetto del corretto conferimento dei rifiuti secondo i divieti, gli obblighi e le modalità prescritte nell’ordinanza è stato demandato al comando di polizia municipale.

calendario spazzatura

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 10    Media Voto: 3.4/5]

Commenti

Share