Una domenica ai parchi di Isola delle Femmine

Una domenica ai parchi di Isola delle Femmine

parco1Una sana passeggiata al parco dune, la misurazione della glicemia e della pressione arteriosa, il primo step della costruzione della compostiera di comunità al parco giochi Madre Teresa di Calcutta di Isola delle Femmine. Le associazioni Svipa e Rete compostatori domestici siciliani hanno grandi progetti per Isola: avviare la prima scuola di compostaggio della Sicilia proprio nel parco giochi. Questo è stato il terzo incontro, propedeutico per avviare il compostaggio di comunità. Per la giornata della salute gli operatori sanitari del 118 Antonio Tamburello, Giuseppe Puccio e Alessandro Fecarotta si sono messi a disposizione per misurare gratuitamente la glicemia e la pressione arteriosa ai cittadini isolani. “Su circa venticinque persone abbiamo notato che una decina hanno problemi di glicemia”, ci ha spiegato Giuseppe Puccio, “quindi la giornata della prevenzione è importantissima, perché molti di noi non sanno di avere certe patologie. Ogni cittadino, quando organizziamo questi eventi, può venire qua a digiuno per avere i parametri”.

A condividere le proposte e le iniziative che Il giornale di Isola sta promuovendo sono stato i cittadini attivi di Isola, Capaci, Cinisi e Carini. Ancora una volta Il giornale di Isola si è fatto portavoce attraverso i rappresentanti al parlamento regionale e nazionale, rispettivamente Claudia La Rocca e Claudia Mannino, di un progetto di valorizzazione dei parchi di Isola delle Femmine: la scuola di compostaggio e un percorso di educazione ambientale attraverso la conoscenza delle innumerevoli specie presenti al parco dune sono obiettivi realizzabili con poche risorse e tanta buona volontà.

parco2Abbiamo chiesto ai nostri portavoce all’interno delle istituzioni di esprimere il loro parere su queste iniziative. “L’idea della scuola di compostaggio è nobile e potrebbe coniugare l’educazione ambientale e la restituzione di un luogo alla cittadinanza”, ha dichiarato Claudia La Rocca, deputata del M5S all’Ars, “mi auguro che si intraprenda anche un percorso di valorizzazione per il parco dune, nonché fare in modo che le somme spese non siano l’ennesimo spreco di risorse pubbliche”.

Le fa eco Claudia Mannino, deputata nazionale del M5S: “La qualità della vita di una cittadina di misura da tante piccole cose, a partire dal rispetto dei beni comuni! Comitati, associazioni e semplici cittadini insieme sanno far meglio di talune amministrazioni che hanno caratterizzato il passato e che mi auguro non si ripresentino ne nel presente ne nel futuro. Alla buona volontà dei cittadini si aggiungono le ricchezze naturalistiche che offre il territorio. Il parco dune ed il parco giochi sono solo due esempi di beni comuni che necessitano di poco per essere valorizzati e diventare un’attrazione per i cittadini e per i turisti!”

di Pino D’Angelo

parco3

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 5    Media Voto: 4.8/5]

Commenti

Share