Gli isolani che hanno fatto fortuna in America

Gli isolani che hanno fatto fortuna in America

A prima vista non si direbbe, ma in America hanno costruito un impero economico: sono i Siino, americanizzato in Seeno, che lo scorso week-end sono atterrati con l’aereo privato per passare qualche giorno ad Isola delle Femmine, insieme ad altri amici, il paese delle origini, per riscoprire le radici familiari e acquistare la vecchia casa del nonno.Mio nonno è arrivato negli USA nel 1900 all’età di 15 anni e divenne un costruttore”, racconta il pater familias, Albert Seeno, “ha partecipato alla ricostruzione di San Francisco dopo il terremoto del 1906”.

americani2

Casinò Peppermill

Si parla tanto di immigrazione, di questi tempi, e ascoltare i racconti di quegli isolani che hanno lasciato la loro terra per costruirsi un futuro migliore sono molto toccanti. Albert non riesce a trattenere la commozione nel ricordare quegli anni di sacrifici:Mio padre e io stesso abbiamo un lavoro duro. Nessuno voleva fare i lavori pesanti come mestiere e quindi erano i siciliani che facevano questi lavori manuali”. Adesso sono i più grandi costruttori della regione di San Francisco, Albert è proprietario di ben 6 casinò, fra cui l’ultimo, il Peppermil, è in stile toscano proprio per ricordare le origini italiane, e per lui lavorano circa 6 mila persone. Il segreto per il successo?Lavorare duro ed esserne fieri, è questo che è necessario per avere successo negli affari”, parola di Albert Seeno.

Albert Seeno

Albert Seeno

Sono supermiliardari, ma di una grandissima umanità, onesti e cordiali: è stato per loro emozionante riscoprire Isola delle Femmine e percepire l’affetto con cui sono stati accolti dagli isolani:Io non dimenticherò mai le mie radici, questo è il motivo per cui sono ritornato diverse volte. Adesso mio figlio (Albert Jr) è ritornato, mia figlia è già stata qui, ed è da qui che proveniamo, queste sono le nostre radici”. Vogliono acquistare la vecchia casa che fu del nonno, ormai diroccata, che si trova in via Cutino, per ristrutturarla e farne un museo, inoltre si sono mostrati molto interessati alle attività nuove che si svolgono nel paese. Il sindaco Stefano Bologna ha deciso di conferire loro la cittadinanza onoraria ai discendenti del primo sindaco di Isola delle Femmine, che si chiamava Siino:Ciò è molto significativo”, ha commentato Albert Seeno, “non lo merito, ma è molto significativo”.

di Eliseo Davì

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 21    Media Voto: 4.2/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share