Il consiglio comunale di Isola approva un ulteriore sconto sulla Tari. Dibattito su strisce blu

Il consiglio comunale di Isola approva un ulteriore sconto sulla Tari. Dibattito su strisce blu

Sconto sulla Tari e strisce blu: sono questi i temi affrontati oggi in consiglio comunale. Dopo il rinvio di due punti all’ordine del giorno, il sindaco ha introdotto la proposta del gruppo di maggioranza, visti i buoni risultati ottenuti con la raccolta differenziata nel 2015, di scontare ulteriormente la tassa sui rifiuti del 10% (che si aggiunge al 9% approvato l’anno scorso).

consiglio2Abbiamo mantenuto il paese pulito, ma ricordiamoci che siamo in piena emergenza rifiuti, con la discarica di Bellolampo chiusa da tre giorni”, ha dichiarato Stefano Bologna, “resistiamo solo grazie alla raccolta differenziata”. Lo sconto della tassa si rende possibile, a detta del sindaco, anche per la diminuzione dell’evasione fiscale: “Sono aumentati i cittadini e le attività commerciali che pagano le tasse: 78% sul ruolo principale del 2015, rispetto al 30% di altri paesi del comprensorio”. Secondo il consigliere Orazio Nevoloso, capogruppo del Pdr, sebbene non si possa non riconoscere che Isola delle Femmine non è più nell’emergenza igienico-sanitaria del 2014, quello che sta facendo l’amministrazione rientra nella normalità: “Se io pago la tassa l’amministrazione deve pulire il paese, non c’è nulla di eccezionale”. A lui ha risposto il consigliere Giuseppe Caltanissetta, ricordandogli la realtà in cui viviamo, fatta di continue emergenze rifiuti: “In questo contesto i risultati che abbiamo raggiunto sono sorprendenti. Le altre realtà del comprensorio si rivolgono a Isola per avere consigli e chiarimenti e questo è motivo di orgoglio”, ha dichiarato. L’opposizione ha inoltre contestato i dati della differenziata del 2015 e il mancato rispetto del piano Aro. Dopo i chiarimenti tecnici forniti da Giuseppe D’Angelo per l’ufficio ambiente e Rocco Rappa per l’ufficio tributi, il Pdr ha proposto di aumentare lo sconto sulla Tari, proposta respinta dalla maggioranza, che si è voluta attenere a soglie prudenziali. “Nonostante il fatto che i numeri dimostrino lo stato embrionale del servizio e nonostante il fatto che l’ultima ordinanza del sindaco lo stravolge, siamo favorevoli alla riduzione della Tari”, ha dichiarato Orazio Nevoloso. Così lo sconto sulla Tari del 2016 del 10% è stato approvato all’unanimità.

In questo momento è una riduzione generale, a vantaggio di tutti”, ha dichiarato il sindaco Bologna, “ma bisogna pensare a premiare chi fa la differenziata”, ricordando il regolamento che prevede fino al 100% di sconto sulla Tari dell’anno prossimo per chi porta i rifiuti riciclabili all’Isola ecologica. Dello stesso parere è il presidente del consiglio Piero Rappa che, dopo la conclusione del consiglio, si è rivolto su facebook “ai miei concittadini che ancora oggi non rispettano le regole (di civiltà prima che di legge) stabilite per la gestione del ciclo dei rifiuti: anche costoro pagheranno una tassa più “bassa”! Per essi la riduzione di oggi non può, tuttavia, considerarsi una ricompensa, piuttosto un ulteriore incentivo ad abbandonare le pessime abitudini di un passato ormai troppo lontano e ad integrarsi nel nuovo contesto urbano di Isola delle Femmine“.

opposizioneSubito dopo si è svolgo il dibattito sulle strisce blu. “Le proteste dei cittadini per l’introduzione delle strisce blu anche in centro sono vibranti e numerose”, ha dichiarato Orazio Nevoloso, portando come testimonianza anche il sondaggio che abbiamo proposto qualche settimana fa (clicca qui), “e noi condividiamo questo malcontento”. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di scoraggiare l’uso delle macchine. “Secondo me abbiamo fatto poco”, ha affermato il sindaco, “se vogliamo un paese eco-compatibile e turistico non possiamo utilizzare la macchina anche per fare 100 metri. Se vogliamo che il nostro paese diventi come San Vito o Scopello dobbiamo portare via le macchine dal centro. In mezzo alle macchine non ci può essere sviluppo turistico. Questa è la nostra idea di sviluppo”. Il consigliere di opposizione Pagano, dopo aver premesso che lui è dell’idea di eliminare del tutto le strisce blu, ha proposto di metterle anche in via Garibaldi, all’altezza dell’ufficio postale, “altrimenti sembra che dove ci sono attività commerciali dei parenti di alcuni amministratori non vengono messe le strisce blu”. A parte queste schermaglie, la discussione si è conclusa pacificamente con una mozione congiunta di maggioranza e opposizione. “Siamo d’accordo con i principi espressi dall’amministrazione, però dobbiamo tutelare i cittadini residenti”, ha affermato Orazio Nevoloso, “per cui proponiamo di cancellare o ridurre le strisce blu in centro, di dare pass ai residenti e rendere gratuito il parcheggio ai portatori di handicap”. L’amministrazione si è detta aperta ad eventuali accorgimenti ed aggiustamenti per venire incontro alle esigenze dei residenti. Dopo l’approvazione della mozione all’unanimità, il presidente del consiglio ha concluso la seduta.  

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 8    Media Voto: 4.6/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share