Crolla una ciminiera della cementeria di Isola delle Femmine

Crolla una ciminiera della cementeria di Isola delle Femmine

Crolla parte di una delle due ciminiere della cementeria di Isola delle Femmine. In questi giorni gli operai stavano lavorando alla sua demolizione e stavano mettendo in sicurezza l’altra ciminiera. Intorno alle 9:15 del mattino, mentre due operai di una ditta esterna stavano lavorando alla demolizione della struttura, improvvisamente, la grossa costruzione è collassata su se stessa. Per alcuni minuti il suono della sirena ha messo in agitazione tutto il paese e si è temuto per la sorte dei due operai che si trovavano sul ponteggio, rimasti fortunatamente illesi.

16681925_1463035077063271_8696822028505789655_nSono subito intervenute quattro squadre dei vigili del fuoco per verificare se qualche operaio fosse rimasto sotto le macerie o fosse rimasto ferito, ma fortunatamente l’ipotesi è stata subito scongiurata. Sul posto è giunta anche la polizia municipale e i carabinieri, che hanno avviato le indagini. “C’erano dei lavori di adeguamento dell’impianto” ha dichiarato il sindaco di Isola delle Femmine, Stefano Bologna, che si è subito recato sul posto “una delle due ciminiere doveva essere abbattuta, la seconda adeguata. Nel corso dei lavori la ciminiera è collassata. Sono qui in azienda. Ci sono stati attimi concitati perchè si temeva per qualche operaio. Hanno fatto l’appello e tutti sono presenti. Adesso con i vigili del fuoco si cercherà di capire cosa sia successo”. Fortunatamente la parte collassata è caduta all’interno di una zona del cantiere che era stata delimitata preventivamente per evitare rischi ai lavoratori. 

68a5721c-d2ac-4ac1-9d10-f96dab72a457Che cosa abbia determinato il crollo non è ancora chiaro. Sembrerebbe che parte del materiale di risulta, durante la dismissione, sia stato gettato all’interno della ciminiera stessa. I grossi pezzi di cemento potrebbero aver esercitato una pressione sulle pareti interne della struttura provocandone il collasso. In mattinata l’Italcementi ha diramato un comunicato nel quale spiega l’accaduto: “Non sono state coinvolte persone e tutte le macerie sono ricadute all’interno del perimetro dello stabilimento. I lavori di demolizione della ciminiera sono stati appaltati a una importante società esterna, nota a livello nazionale e punto di riferimento nel campo delle demolizioni speciali. Il cantiere in cui si svolgono le demolizioni”, continua la nota, “è confinato rispetto all’attività di stabilimento e in sicurezza. I lavori sono iniziati a fine novembre e risultano essere stati condotti con tutte le precauzioni normative“.

I lavori ai camini della Italcementi di Isola delle Femmine sono in corso già da qualche settimana. Dopo averlo interamente imbragato, gli operai stanno provvedendo, con l’ausilio di una gru, a demolirlo pezzo a pezzo. La conclusione dei lavori era prevista entro marzo. Nei giorni scorsi l’azienda aveva diramato un comunicato nel quale spiegava il perchè di questi lavori:

b0e7bd5c-fce5-4e08-99b1-65714a20b616“La Cementeria di Isola Delle Femmine sta predisponendo i previsti interventi di adeguamento alle BAT (Best Available Techonology) dell’Unione Europea, che permetteranno di ottimizzare ulteriormente le prestazioni ambientali della cementeria, in un’ottica di continua evoluzione dell’efficienza produttiva e ambientale. Nell’ambito di questa serie di lavori di miglioramento dell’impianto, è prevista entro marzo anche la conclusione delle operazioni di demolizione di uno dei due camini, contestualmente a interventi di manutenzione sull’altro. L’impianto di Isola è presente sul territorio da circa 60 anni, continua la nota, “e rappresenta una risorsa di primo piano per il sistema industriale dell’isola, che nel corso degli anni ha offerto lavoro a centinaia di famiglie, tra impiego diretto e indotto. Dal 1998 la cementeria ha la certificazione di qualità ISO 9002 e dal 2003 la certificazione ambientale ISO 14001. Dal 1999 è inoltre operativo il sistema di monitoraggio in continuo 24 ore su 24 delle emissioni del forno di cottura, successivamente esteso agli impianti del crudo, cotto e macinazione combustibili, a garanzia che tutte le emissioni sono in linea con quanto previsto dall’Autorizzazione Integrata Ambientale”.

ital2

646b6538-5c3a-4ccd-9467-306d5ccb945f16640556_1463035063729939_1408028872864481609_n

operai2vigili

 

 
Il voto dei nostri lettori
[Voti: 35    Media Voto: 3.8/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e collaboro con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share