L’isolotto e il fortino militare di Isola delle Femmine in un film del 1967 (VIDEO)

L’isolotto e il fortino militare di Isola delle Femmine in un film del 1967 (VIDEO)

Continuano le ricerche di Agata Sandrone, presidente di BCsicilia, associazione per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali di Isola delle Femmine, sulle vicende che hanno segnato il paese marinaro nel corso della seconda guerra mondiale. Dopo la riapertura al pubblico di una casamatta che si erge sul lungomare dei Saraceni, all’interno del parcheggio “Il fortino” (clicca qui), di recente Agata Sandrone ha ritrovato le tracce di un’altra postazione militare, ormai distrutta, che si trovava sulla scogliera, proprio di fronte l’isolotto.

bombardamenti palermo rommelTutta l’area che si estende sotto la Torre era militarizzata. “Nel libro ‘Bombardamenti su Palermo’, di Samuel Romeo e Wilfried Rothier, abbiamo trovato alcune foto riguardanti Isola delle Femmine, in particolare della zona della Torre in terra“, ci ha raccontato Agata Sandrone, “sappiamo che questa era una zona militare tedesca. In una di queste foto addirittura si vede il generale Erwin Rommel, la ‘volpe del deserto’, in posa dinanzi alla torre. Non sappiamo quanto è rimasto ad Isola, ma la sua presenza è stata fondamentale. Nella foto si vede anche una fotoelettrica, un grande faro che consentiva di individuare, di notte, l’arrivo di aerei o navi nemiche”. Intervistando cittadini isolani che erano solo dei bambini durante la seconda guerra mondiale, Agata ha scoperto che tutta la zona era recintata con filo spinato; al suo interno si trovava la fotoelettrica e delle tende ed era circondata da soldati.

agata fortinoQualche settimana fa abbiamo perlustrato la zona e abbiamo trovato dei resti di una costruzione”, continua Agata Sandrone, “abbiamo pensato subito alla postazione militare che si trova nei pressi dell’ex base Nato. Lo storico Michelangelo Marino, esperto di postazioni militari, ci ha confermato che questi resti sono di una postazione costiera monoarma italiana, conosciuta come PCM”. Questa casamatta venne realizzata nei primi anni ‘40 e faceva parte della cintura difensiva della città di Palermo. Venne utilizzata dai soldati della 208^ Divisione costiera, allo scopo di bloccare gli eventuali invasori in attesa dell’arrivo dei rinforzi. L’armamento era una Breda calibro 8mm. La 208^ Divisione Costiera si arrese agli americani ad Alcamo il 21 luglio 1943. Il 22 Luglio gli americani entravano a Palermo e la guerra, per questa postazione, si poteva dire conclusa. La casamatta, in calcestruzzo non armato, era formata da una camera circolare, dove erano presenti dai 2 ai 3 soldati e dove era contenuta la mitragliatrice, ed un ambiente rettangolare che conteneva le munizioni e l’equipaggiamento dei soldati. La struttura poteva resistere a colpi di piccolo e medio calibro, ma non ai calibri delle navi alleate.

a ciascuno il suo fortino isola2Non avevamo però una foto e volevamo capire come fosse originariamente”, spiega Agata Sandrone, “alla fine abbiamo trovato le immagini di questa postazione militare nel film ‘A ciascuno il suo’, realizzato nel 1967 dal regista Elio Petri, con Gian Maria Volontè e Irene Papas”. Una scena film, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, è stata filmata ad Isola delle Femmine, proprio di fronte l’isolotto. Alle spalle degli attori, oltre alla torre a mare, si erge la famosa casamatta, all’epoca ancora quasi interamente integra.

Questa è solo una delle sorprese che ci riservano le recenti scoperte storiche. Intanto mercoledì 6 settembre, alle ore 18, BCsicilia, Il giornale di Isola e Palermo Pillbox Finders, dopo il successo della prima manifestazione (clicca qui), riapriranno al pubblico il fortino militare situato sul lungomare dei Saraceni (presso il parcheggio “Il fortino” di Alessandro Canepa) . All’interno saranno esposti cimeli e oggetti della seconda guerra mondiale, messi a disposizione da Agata Sandrone.

fortino militare

Guarda il servizio relativo all’apertura al pubblico del fortino militare di Isola delle Femmine:

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 8    Media Voto: 3.9/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e collaboro con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share