Il miracolo di Isola

Il miracolo di Isola

È passato solo un mese, ma sembrano secoli: appena un mese fa Isola delle Femmine ha deciso di voltare pagina, di chiudere con la stagione dei rifiuti e di aprirne una nuova, una stagione di rinascita. Era solo una scommessa, un’idea folle, irrealizzabile solo a guardare l’entità del problema dei rifiuti in Sicilia, un problema che ha forti connessioni con la mafia, come ha rivelato la Commissione parlamentare d’inchiesta. Era solo una speranza o un illusione, quando Walter Giacetti, esperto nazionale in materia, venne a febbraio a Isola per raccontare la sua esperienza al nord, a Padova, dove la raccolta differenziata funziona da anni (LEGGI L’ARTICOLO). Lo definimmo l’anno zero della differenziata, ma subito dopo si è partiti, con la ferma decisione di non tirarsi più indietro.

È stato così che il 26 febbraio, dopo anni di inerzia dell’Ato Palermo1, è partita la raccolta differenziata con una prima fase di start-up dedicata alle utenze commerciali, sul progetto, elaborato dal Comune di Isola delle Femmine in collaborazione con il comitato civico “IsoladelleFemmineBeneComune”-Liberacqua Onlus e un gruppo di attività commerciali, chiamato: “Prove tecniche di raccolta differenziata”. (LEGGI L’ARTICOLO).

Pochi giorni dopo è stata aperta l’Isola Ecologica di Piano Levante (LEGGI L’ARTICOLO), ma le difficoltà sono state tante, tantissime e fin dai primi giorni: scioperi degli operai, presunti boicottaggi dei mezzi con le chiavi sparite (LEGGI L’ARTICOLO) e solo 4 operai su 17, ridefiniti gli “eroi” che fanno il loro dovere, a lavorare per tutti, mentre i mezzi venivano scortati dalla Polizia Municipale.

Tuttavia, nonostante le continue proteste degli altri operai (LEGGI L’ARTICOLO) e la lettera di contestazione disciplinare inviata dall’Ato, con la firma di Sciluffo, nei confronti dei 4 operai che lavoravano, si è andati avanti comunque e, dopo un mesi di duri sacrifici, la cittadinanza ha potuto raccogliere i meritati frutti: in un solo mese si è passati dallo 0 a più del 9% di raccolta differenziata.

11057761_448040648686617_586330682581826516_n

Il miracolo di Isola, così è stato ribattezzato da “Repubblica” che, assieme a SkyTg24, sono venuti ad Isola per verificare di persona la pulizia del Paese, in netto contrasto con la disastrosa situazione dei comuni limitrofi.

Ma i risultati ad Isola delle Femmine sono sotto gli occhi di tutti. Nemmeno una carta per terra, la raccolta differenziata che va a gonfie vele ed i cittadini soddisfatti perché, probabilmente a fine anno, grazie alla loro condotta virtuosa pagheranno una tassa sull’immondizia meno cara. Insomma volere è potere” (fonte Fulvio Viviano per SkyTg24).

Ma non è finita qua, anzi, questo è solo l’inizio: l’ambizioso obiettivo è quello di arrivare al 65% di raccolta differenziata, quello di avere un Paese sempre pulito, un paese che torni ad essere attrattivo per i turisti e che torni ad essere vivo.

di Eliseo Davì



Il voto dei nostri lettori
[Voti: 16    Media Voto: 4.3/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share