Capaci, scaduto l’ultimatum: ancora rinviate le centraline

Capaci, scaduto l’ultimatum: ancora rinviate le centraline

Era oggi, 10 aprile, la data fatidica in cui il Comune di Capaci, stando alle parole del Sindaco Sebastiano Napoli, avrebbe finalmente dato la disponibilità del sito dove collocare la centralina per il monitoraggio dell’aria, che serve, assieme a quella già installata di Isola delle Femmine, per capire se le emissioni dell’Italcementi sono dannose o meno. Come abbiamo già scritto (LEGGI L’ARTICOLO), è dal 2008 che le centraline aspettano di essere installate, ma a Capaci i rinvii si susseguono. Ed è accaduto anche oggi.

La seduta del consiglio comunale era fissata alle 15:00, e fra i 14 punti all’ordine del giorno vi era proprio la “localizzazione per il posizionamento della centralina per il controllo della qualità dell’aria”, ma è stata rinviata di un’ora per mancanza del numero legale. Alle 16 la situazione era la stessa, così la seduta è stata rinviata a domani, quando il numero legale sarà ridotto (basteranno 8 consiglieri).

Intanto la parlamentare Claudia Mannino (M5S), che aveva affermato che in mancanza dell’approvazione avrebbe chiesto alla Regione di commissariale Capaci, concede una proroga al suo ultimatum fino a domani, scrivendo su facebook: “Quando sono arrivata era già tutto chiuso, il consiglio comunale è stato rinviato a domani! ASPETTIAMO ULTERIORI 24 ORE E BASTA PIU’!!!

Di Eliseo Davì

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share