In diretta dal tram il sindaco Stefano Bologna annuncia: “Isola diverrà socio azionista di Amat”

In diretta dal tram il sindaco Stefano Bologna annuncia: “Isola diverrà socio azionista di Amat”

L’ultimo giorno dell’anno Stefano Bologna, nella sua veste ufficiale, l’ha passato sul tram di Palermo, inaugurato il giorno prima, con il sindaco Leoluca Orlando e il vicepresidente del Bundestag, Claudia Roth, che è anche leader dei Verdi in Europa. Erano presenti anche i consiglieri della II circoscrizione e i vertici e il cda di Amat. Per loro si è svolta una corsa speciale sulla linea 1, da Roccella alla Stazione Centrale.

Palpabile era l’entusiasmo dei presenti per i risultati della giornata inaugurale del tram, sia in termini di incasso per i biglietti venduti, sia in termini di gradimento da parte dei cittadini. Il presidente di Amat, Antonio Gristina, si è mostrato particolarmente felice per la calorosa partecipazione dei primi utenti: “Il tram si fermerà sempre, soprattutto per rispettare i tempi, coordinandosi con le altre vetture in circolazione”, ha dichiarato, “un sistema, inoltre, che piano piano adegueremo anche per il gommato su strada”.

bolognaLe autorità hanno così avuto modo di discutere sul tema della mobilità. In diretta dal tram, il sindaco Stefano Bologna ci ha annunciato che il Comune di Isola delle Femmine è tra quelli che nelle prossime settimane potrà diventare socio azionista dell’AMAT – l’azienda municipalizzata auto trasporti di proprietà del Comune di Palermo, che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo siciliano, tram compreso – per migliorare   la situazione dei collegamenti e del servizio. “Come per Amap”, ha dichiarato il sindaco, “dovremmo diventate soci Amat e pensare a migliorare il servizio di collegamento”. Maggiori dettagli si avranno solo prossimamente ma, dato che Isola delle Femmine è tra i Comuni interessati dai lavori per il raddoppio ferroviario, con la conseguente soppressione delle corse del treno e connessi disagi ai pendolari, diventare soci di Amat offre certamente nuove prospettive e, si spera, dei miglioramenti nel servizio offerto dagli autobus, utilizzati giornalmente da centinaia di studenti e di lavoratori che per necessità devono usufruire dei servizi della città di Palermo. E’ necessario che ciò si traduca in vantaggi reali per la comunità isolana: più corse fino ad Isola ed agevolazioni per il car sharing, ad esempio. Bisogna inoltre anche tener presente che l’Amat è una società che perde dai 7 agli 8 milioni di euro all’anno, tanto che molti osservatori ritengono che l’istituzione della Zona Traffico Limitato a Palermo non rappresenti altro che una tassa occulta per coprire i buchi di bilancio e per far funzionare i tram.

di Eliseo Davì

(foto copertina di Palermomania.it)

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 8    Media Voto: 4.6/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share