Isola, ecco come fare il compostaggio domestico e avere lo sconto sulla Tari

Isola, ecco come fare il compostaggio domestico e avere lo sconto sulla Tari

Dopo aver segnalato all’amministrazione comunale che nell’albo pretorio era stato pubblicato il regolamento sul compostaggio domestico errato – che poneva il termine per presentare l’istanza di partecipazione al progetto al 30 aprile 2016, rendendo praticamente impossibile a tutti i cittadini l’accesso allo sconto, e il divieto di fare il compostaggio in terrazza o in balcone, divieto che era stato eliminato dal Consiglio comunale – nei giorni scorsi è stato pubblicato il documento corretto. Il regolamento sul compostaggio domestico è stato approvato dal Consiglio comunale il 21 aprile scorso e prevede, per chi parteciperà al progetto, uno sconto sulla Tari fino al 50% sulla parte variabile della tassa sui rifiuti, cumulabile con la scontistica prevista dal regolamento sulla Tari. Ecco in breve tutte le disposizioni del regolamento:

Art. 1 – Che cosa è il compostaggio domestico – Il compostaggio domestico è una pratica finalizzata all’autosmaltimento della frazione organica che compone il rifiuto domestico ai fini dell’utilizzo del materiale prodotto.  

Art. 3 – Materiali da utilizzare – gli scarti di cucina: frutta e verdura, gusci di noce e uova, fondi di caffè, the e residui vegetali in genere; gli scarti provenienti dal giardino: foglie, erba, rametti sminuzzati, fiori recisi, potature; Con cautela si possono impiegare inoltre i seguenti rifiuti: pane, pasta, dolciumi (ben sminuzzati); bucce di agrumi, che essendo di lenta degradazione vanno aggiunte con parsimonia;

Art. 5 – Regole tecniche di compostaggio – È vietato utilizzare residui di origine animale (ossa, avanzi di carne e di pesce) nei primi due anni di attività; Al fine di garantire un corretto processo di biodegradazione è necessario mescolare in maniera corretta i rifiuti organici più umidi (rifiuti di cucina, erba, ecc.) con quelli meno umidi (rametti, legno, foglie) così da avere un apporto nutritivo equilibrato per i microrganismi responsabili della degradazione;

Art. 6 – Scelta del luogo – La pratica del compostaggio domestico è possibile in area aperta adiacente e a servizio dell’abitazione di residenza; è pertanto possibile adottare la pratica del compostaggio domestico su balconi, terrazze, all’interno di garage o su posti auto, anche se privati, nel cortile condominiale;

Art. 9 – Ottenimento dell’incentivo – L’intestatario TARI che intenda praticare il compostaggio domestico ed accedere all’incentivo annuale deve presentare al Comune di Isola delle Femmine presso l’ufficio protocollo, apposita domanda corredata da una dichiarazione di impegno, da redigere secondo specifici modelli e dichiarare ai sensi del DPR 445/200 che l’immobile assoggettato alla tassa ha i requisiti stabiliti nell’art. 6 del presente regolamento per l’applicazione dell’incentivo.

La domanda va presentata entro il 30 giugno per avere diritto all’incentivo nell’anno successivo sotto forma di sgravio.

Annualmente l’Amministrazione deciderà con delibera di Giunta comunale l’ammontare complessivo della somma da destinare all’incentivo per la pratica del compostaggio domestico nel Comune di Isola delle Femmine. Tale somma sarà ripartita equamente fra gli utenti che hanno presentato la dichiarazione di impegno; L’incentivo è comunque concesso con l’abbattimento massimo del 50% della parte variabile della TARI;   Non ha diritto alla riduzione chi si trova in posizione debitoria a titolo di TARI per l’anno in cui l’incentivo fa riferimento; I presenti incentivi si sommano ad eventuali altre riduzioni disposte nel regolamento comunale della TARI.

Art. 10 – Controlli periodici – Periodicamente, ed almeno DUE volte all’anno, saranno eseguiti da parte dell’Amministrazione comunale, dalla Ditta che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani presso il Comune di Isola delle Femmine o di altri soggetti competenti debitamente identificati, accertamenti presso tutte le utenze beneficiarie dell’incentivazione per la pratica dell’autosmaltimento dei rifiuti domestici organici. Il soggetto, in relazione all’accertamento eseguito, compilerà apposito verbale di verifica allegando la documentazione fotografica.

Scarica il regolamento completo

Scarica il modulo di adesione al compostaggio domestico

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 6    Media Voto: 4.5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share