Riunione con gli imprenditori stagionali di Isola: “Troppe tasse”. Ecco le soluzioni di Rsz Onlus

Riunione con gli imprenditori stagionali di Isola: “Troppe tasse”. Ecco le soluzioni di Rsz Onlus

I titolari dei lidi balneari e delle altre attività stagionali di Isola delle Femmine sono sul piede di guerra e minacciano contenziosi. “Il Comune ci sta distruggendo con le tasse esose che ci impone, per lo più illegittime”, hanno dichiarato vari imprenditori nella riunione organizzata da “RSZ Rifiuti e Spreco Zero – giornaleisola.it Onlus”.

pinodangeloDurante l’incontro, che si è tenuto ieri pomeriggio presso il Solarium “Sopra Vento”, l’associazione ha raccolto le proteste degli imprenditori esasperati ma ha fornito loro una soluzione concreta: uscire dal servizio comunale di raccolta rifiuti, consorziarsi e affidare ad una ditta esterna il ritiro dei materiali differenziati, con un risparmio di almeno il 50% rispetto a quanto attualmente sono costretti a pagare. “Chiedete l’esenzione della Tari e fatevi il servizio da soli con una ditta privata”, ha suggerito Giuseppe D’Angelo, in qualità di rappresentante della “Rifiuti e Spreco Zero Onlus”. In questo modo a guadagnarci saranno sia gli imprenditori, che pagheranno molto meno (una piccola quota al Comune per i servizi generali e il costo del servizio privato) e usufruiranno di un servizio di qualità, sia il Comune, che non dovrà più occuparsi della raccolta rifiuti sul lungomare. Gli imprenditori presenti hanno raccolto la proposta con molto interesse e hanno deciso di ridiscuterla insieme nei prossimi giorni. La “Rsz Rifiuti e Spreco Zero” ha inoltre invitato gli imprenditori a pensare ad una unione che vada aldilà del problema dei rifiuti, lanciando il progetto “Prove tecniche di turismo“: devono essere loro, dal basso, ad investire sul rilancio del turismo ad Isola delle Femmine. Oltre alla “privatizzazione” del servizio rifiuti, dunque, pensare per l’anno prossimo anche a piste ciclabili, ad isole pedonali, ad un bus navetta e a tanti altri servizi per i turisti. Di queste e di molte altre proposte si discuterà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Intanto l’obiettivo comune deve essere quello di incrementare la raccolta differenziata per abbassare i costi di gestione del servizio, cosa che già molti lidi stanno facendo.

imprenditoriisola

isolafemmineDella raccolta differenziata nei lidi di Isola delle Femmine ha parlato oggi anche Repubblica. “La raccolta differenziata di Isola delle Femmine, da mesi portata avanti con successo tra le famiglie e gli esercizi commerciali, conquista anche i lidi”, ha scritto la giornalista Grazia La Paglia, “da quando i locali in riva al mare hanno riaperto, hanno subito sistemato contenitori per separare carta, vetro, umido e indifferenziata”. La giornalista ha anche dato la parola ad alcuni titolari di lidi balneari, come Orazio Di Lorenzo, del Lido Sirenetta, secondo cui “i clienti collaborano e non abbiamo mai avuto problemi”, e Orazio Cataldo, del Lido Miramare: “Basta organizzarsi. I rifiuti vengono ritirati ogni giorno, mattina e pomeriggio. I turisti stranieri sono già abituati. I siciliani un po’ meno, ma tutti si impegnano”. Tutti sono concordi su un punto: “L’estate di due anni fa, quando accogliemmo i turisti tra cassonetti colmi, è un ricordo lontano”.

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 7    Media Voto: 5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola", ho collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex" e tutt'ora collaboro con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e con Tgs. E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share