Strisce blu, le risposte dell’amministrazione comunale alle domande dei cittadini

Strisce blu, le risposte dell’amministrazione comunale alle domande dei cittadini

Dal 1° di luglio ad Isola delle Femmine sono arrivate le strisce blu ed è subito scoppiata la polemica. Abbiamo raccolto alcune delle domande e delle lamentele che i cittadini hanno manifestato sui social networks e le abbiamo poste all’amministrazione comunale. Questa mattina abbiamo incontrato il sindaco Stefano Bologna, il comandante della Polizia Municipale, Antonio Croce, e l’assessore al turismo Rossella Puccio, ai quali abbiamo chiesto chiarimenti sul sistema dei parcheggi a pagamento.

Innanzitutto, quando entrerà in funzione il sistema di sosta a pagamento all’interno del paese?
Comandante Croce: Le strisce blu sono pronte e funzionanti nel lungomare. Nei prossimi giorni partiremo anche in paese. Garantiremo due giorni di preavviso, con la presenza degli ausiliari, in modo da preparare la cittadinanza.

Perché secondo voi le strisce blu servono a migliorare la viabilità?
CROCECroce: la viabilità si migliora perché gli stalli blu costringono a parcheggiare all’interno degli spazi, e non di traverso o sul marciapiede. Per le zone blu ci sarà un servizio di ausiliari che controllano continuamente e costantemente, cosa che non possiamo fare come Polizia Municipale, perché la pattuglia deve garantire il servizio in spiaggia e il servizio in paese. Il fatto che ci sia un controllo costante e continuo di ausiliari consente di avere una sosta ordinata e la sosta ordinata consente alla viabilità di fluire meglio. C’è anche un aspetto economico, d’accordo, ma quello serve a pagare i servizi. La funzione principale delle strisce blu è quella di regolare la sosta e la viabilità. Già si vede un ordine maggiore e minori intasamenti e code.
Sindaco Bologna: se i parcheggi della piazza devono servire a stare tutto il giorno al bar a bere birra o a giocare al gratta e vinci, questo va a scapito della vita della comunità. Se i posti sono occupati tutto il giorno, la gente che deve andare in farmacia o comprare qualcosa continua a girare per il paese e crea intasamento.

Avete pensato di offrire maggiori servizi ai cittadini, ad esempio prevedendo dei bus navetta che consentano il collegamento fra il paese e la zona balneare?
Assessore Puccio: si, abbiamo previsto una linea turistica che dovrebbe partire agli inizi di agosto. Un pulmino con 16 posti girerà per tutto il paese. La corsa semplice costerà €1,00 mentre la corsa di andata e ritorno giornaliera €1,50. Inoltre ci saranno abbonamenti mensili, solo per i residenti, dal costo di €15,00. Oltre a questa linea turistica, anche quest’anno avremo ad Isola delle Femmine il trenino turistico.

Le strisce blu potrebbero creare disagi ai residenti, costretti a pagare per parcheggiare davanti casa. Avete previsto delle esenzioni per loro?
striscebluBologna: in tutto il centro ci sono all’incirca 150 stalli blu, quindi influiscono poco. Adesso partiamo con una fase sperimentale. Se riscontreremo disagi ai residenti, in particolare nella parte bassa di via Roma e di via Romeo, interverremo nei casi specifici con degli accorgimenti, individuando aree limitrofe da riservare ai residenti, ad esempio a Piano Levante (con un divieto di sosta eccetto i residenti). In via Roma abbiamo riservato degli spazi per il carico e lo scarico di merci. Ci potrebbe essere qualche problema per i residenti di via Falcone e anche lì individueremo qualche spazio a loro riservato. Inoltre abbiamo eliminato le zone blu in via Garibaldi (dall’incrocio con via Mattarella fin verso il paese), così evitiamo che si vada a parcheggiare nelle zone limitrofe, in via Loi, via Dante o via Bagliesi, dove c’è una densità residenziale paurosa.
Croce: i residenti interessati dalle strisce blu sono veramente pochissimi. Tutto è stato fatto per cercare di evitare disagi ai residenti. Lo scopo principale è quello di non creare problemi alla cittadinanza.

È previsto un periodo di tolleranza?
Croce: per favorire il ricambio continuo delle auto abbiamo previsto 15 minuti di sosta gratis con esposizione del disco orario. Inoltre solo in paese si potrà parcheggiare per mezz’ora pagando 30 centesimi, mentre la tariffa oraria è di 50 centesimi.

Il codice della strada dice che nelle vicinanze dei parcheggi a pagamento ci devono essere corrispondenti parcheggi liberi. Questa disposizione è stata rispettata ad Isola delle Femmine?
Croce: via Romeo è libera, via Cutino è libera, via Di Maggio è libera… insomma nelle vicinanze delle zone con le strisce blu ci sono delle aree libere, per cui questo dettato del codice della strada è stato ampiamente rispettato. Così come è stata ampiamente rispettata la riserva dei posti per i portatori di handicap. Il codice della strada dice che ci deve essere un posto h ogni 50 posti; noi ne abbiamo fatti due ogni 50, sia in paese che nelle zone balneari. Siamo al doppio delle prescrizioni del codice della strada.

Nel caso in cui lo stallo riservato ai disabili sia occupato, se il disabile posteggia sulle strisce blu paga comunque?
Croce: si, il contrassegno invalidi non deroga dal pagamento, come è stato stabilito da giurisprudenza di Cassazione. L’esenzione dipende dai regolamenti comunali, ma solitamente nei paesi costieri non si da questa possibilità di parcheggiare gratuitamente. Inizialmente a Isola lo avevamo consentito, ma ci siamo scontrati con un problema oggettivo: c’era una proliferazione di fotocopie e scannerizzazioni di contrassegni falsi e un uso indiscriminati di contrassegni nella zona balneare. Ciò non è più possibile, soprattutto perché essendo la maggior parte del Comune di Palermo, non abbiamo una banca dati per verificare se il contrassegno è vero o falso.

Di recente è entrata in vigore la normativa secondo cui i parchimetri devono consentire il pagamento attraverso carte di debito e carte di credito, ma quelli installati ad Isola delle Femmine non sono muniti di Pos.
strisceblu2Croce: in effetti dal primo luglio scatta questo obbligo, tranne che il Comune dimostri che non si è potuto ottemperare al predetto obbligo per oggettiva impossibilità tecnica. È impossibile sostituirli adesso, ma a prescindere dal Pos c’è la possibilità di utilizzare i parcheggi a pagamento con EasyPark: basta scaricare l’app nel proprio telefonino o chiamare un numero verde a cui comunicare l’area in cui si sta parcheggiando la vettura e quanto rimarrà parcheggiata. Non si paga subito, ma a consuntivo: se ad esempio rimani in spiaggia un’ora e 41 minuti, anziché due ore, EasyPark ti fa il calcolo su un’ora e 41 minuti. Si paga con una sorta di carta di debito. Questo bypassa completamente il problema del Pos. Inoltre è molto più comodo: ad esempio se sei andato a mare e hai prenotato lo stallo per un’ora, se poi vuoi rimanere un’altra ora non c’è bisogno di andare al parchimetro; basta chiamare il numero verde o utilizzare l’app di EasyPark. Gli ausiliari sono forniti dell’app e quindi controllano la copertura. Devo dire che quest’anno il servizio si sta perfezionando e ho altre idee per il futuro. Ora vediamo coma va la sperimentazione in paese. Anche tecnologicamente dobbiamo cercare di andare incontro alle persone. Io parto da un principio: cerco di capire e di valutare le esigenze della gente e cerco di bypassare i problemi già in sede di progettazione. Se dovessimo riscontrare problemi, faremo degli accorgimenti. In paese è la prima volta che ci sono le strisce blu, partiamo in via sperimentale, infatti ho fatto l’affidamento del servizio fino al 31 dicembre. Questo ci consentirà di fare una sperimentazione sia durante il periodo estivo, quando la pressione è maggiore, sia nel periodo invernale. Vediamo che cosa succede. Dopodiché faremo le nostre valutazioni per l’anno prossimo.

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 17    Media Voto: 4.5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share