Dati demografici di Isola delle Femmine: rallenta la crescita, la popolazione invecchia, aumentano gli stranieri

Dati demografici di Isola delle Femmine: rallenta la crescita, la popolazione invecchia, aumentano gli stranieri

Ho richiesto io di poter fare questo tipo di report, perché sono molto legato al mio paese, volevo saperne di più e metterne in luce alcuni aspetti”, ci ha spiegato Giuseppe Dejan Lucido, studente del corso di statistica per l’analisi dei dati, che fra marzo e maggio ha svolto uno stage presso gli uffici del Comune di Isola delle Femmine per realizzare un rapporto che descriva l’attuale situazione territoriale ed ambientale, le dinamiche demografiche del paese e la sua evoluzione dal secondo dopoguerra fino ad oggi. Da questo lavoro è nata la sua tesi di laurea.

laurea dejan

Proclamazione di Giuseppe Dejan Lucido a Dottore in Statistica per l’analisi dei dati

L’obbiettivo vuole anche essere quello di fornire un quadro generale di queste componenti all’amministrazione, per ottimizzare la gestione e l’organizzazione del territorio”, continua Giuseppe che, a tal proposito, ha invitato il sindaco di Isola, Stefano Bologna, ad assistere alla discussione della tesi, avvenuta lo scorso 26 luglio presso i locali dell’Università di Palermo. Nel ringraziarlo pubblicamente per aver tributato “questo segno d’amore per Isola, scegliendola come argomento di indagine per il suo elaborato”, il sindaco ha anche sottolineato come le sfide del nuovo millennio – dalle difficoltà nell’erogazione dei servizi all’emergenza segnata dalla disoccupazione giovanile e alle difficoltà nel rilanciare il settore turistico – non abbiano risparmiato il comune di Isola delle Femmine, “che”, ha affermato il sindaco, “ha a più riprese rischiato di diventare una mera periferia della vicina Palermo. Le caratteristiche del nostro Comune, però, ci hanno consentito, negli ultimi anni, di intraprendere un difficile ma avvincente percorso di recupero dell’identità di Isola delle Femmine, attraverso la valorizzazione delle nostre risorse”.

Qualche mese fa vi avevamo anticipato una parte di questo lavoro di ricerca, soffermandoci sul tema della qualità dell’aria ad Isola delle Femmine (leggi qui). Questa volta abbiamo deciso di soffermarci sull’evoluzione demografica. Ecco le informazioni raccolte dal dott. Giuseppe Dejan Lucido.

Evoluzione demografica in serie storica. L’incremento della popolazione nel Comune di Isola delle Femmine dal 1951 ad oggi è notevole (grafico 7): la serie storica mostra come la popolazione dal dopoguerra si sia quadruplicata (+411%), è passata infatti da 1770 residenti ad un totale di 7295 all’1 gennaio 2015, con un incremento medio di 106 abitanti per anno. La crescita appare costante negli anni ma in rallentamento negli ultimi 10, spiegato da un deciso calo del tasso di natalità, passato da 22,56 nati vivi ogni 1000 abitanti del 1992 a 11,23 del 2014 (-50%), e da un più leggero incremento del tasso di mortalità nello stesso periodo (grafico 8). Non si riscontrano variazioni significative del saldo migratorio.

dati1

Composizione demografica attuale. Al 1° gennaio 2015 la popolazione ammonta a 7295 abitanti di cui 3662 maschi e 3633 femmine, -7 abitanti rispetto al 2014 e +180 unità (+2,5%) rispetto al XV censimento, per un totale di 2765 famiglie ed una densità di popolazione di 2043 abitanti/km2 . L’età media è di 39,1 anni per i maschi e di 39,9 per le femmine, aumentata di 4,5 anni dal 2002. La popolazione continua ad invecchiare: dal censimento del 2011 i residenti con meno di 6 anni sono passati dal 6,8% al 6,1%, quelli con più di 75 anni da 5,5% a 6,2% e l’indice di vecchiaia (rapporto percentuale tra la popolazione di 65 anni e più e la popolazione fra 0 e 14 anni) è cresciuto da 78,8% a 89,6% (+10,8%). Per quanto riguarda la dipendenza strutturale, ovvero il carico sociale ed economico della popolazione non attiva su quella attiva, si hanno 45,8 individui fra 0 e 14 anni e di 65 e più anni per ogni 100 individui con età compresa fra 15 e 65 anni. Il 63,4% della popolazione maggiorenne è coniugata, l’1,6% è separata legalmente o divorziata ed il 5,9% vedova, le donne vedove sono 4 volte di più degli uomini. Le famiglie sono composte mediamente da 2,6 componenti. Secondo i dati del censimento del 2011, considerando il totale delle famiglie con un solo nucleo e con o senza membri isolati, le coppie giovani (età della donna 64 anni) con figli sono il 2,7%, mentre quella senza il 9,1%; infine l’incidenza degli anziani che vivono da soli (non in coabitazione) sulla popolazione anziana è del 28,8%. Se confrontate con gli anni precedenti, queste percentuali contribuiscono alla spiegazione del rallentamento della crescita demografica. Nel grafico 9 la piramide della popolazione al 1° gennaio 2015 per età, sesso e stato civile.

dati2

Stranieri residenti. Gli stranieri residenti a Isola delle Femmine al 1° gennaio 2015 sono 129, 65 maschi e 64 femmine di cui 23 minorenni, sono in crescita lenta ma costante (+18 dal 2011) e rappresentano l’1,8% della popolazione. Il grafico 10 mostra le percentuali di stranieri residenti categorizzati per continente e paese d’origine; la comunità più numerosa è quella proveniente dalla Romania con il 23,3% di tutti gli stranieri presenti sul territorio, seguita dal Bangladesh (20,9%) e dalla Tunisia (12,4%). Al 2011 il tasso di occupazione straniera (individui di età di 15 anni e oltre) è del 44,8% mentre il 46,2% di quelli in età compresa fra 15 e 24 anni frequenta un regolare corso di studi. Il rapporto percentuale fra il tasso di occupazione italiana ed il tasso di occupazione straniera è di 82,8% mentre il rapporto percentuale fra i tassi di disoccupazione è 147,6%, pertanto, in termini relativi, ad Isola delle Femmine gli stranieri lavorano più degli italiani.

dati3

Confronto con gli altri Comuni. Dal 1951 al 2015 nei quattro comuni si è registrato un incremento demografico più o meno marcato. Analizzando il fenomeno in termini relativi, Isola delle Femmine è il comune che è cresciuto di più sotto questo punto di vista. Infatti, sebbene la popolazione di Carini sia cresciuta di ben 21.957 unità, è aumentata solo di 2,34 volte, contro le 4,11 volte di Isola delle Femmine e le 2,47 di Capaci. Per quanto riguarda Torretta si registra un più contenuto incremento di 1,19 volte la popolazione del 1951 (sole 662 unità in più). Ironicamente Isola delle Femmine è l’unico comune in cui si registrano, sensibilmente, più maschi che femmine; non ci sono differenze sostanziali riguardo la struttura per età, Capaci sembra avere la popolazione più vecchia e Carini quella più giovane. A Isola delle Femmine si riscontra un’incidenza maggiore di separati legalmente e divorziati e di cittadini stranieri residenti.

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 10    Media Voto: 4.5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza con lode presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Scrive sul blog di informazione online "Il giornale di Isola", ha collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex", con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e Tgs.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share