• Home »
  • Palermo »
  • Mattarella al Teatro Massimo. Sit-in dei lavoratori Almaviva: “Presidente, il popolo è qui fuori”
Mattarella al Teatro Massimo. Sit-in dei lavoratori Almaviva: “Presidente, il popolo è qui fuori”

Mattarella al Teatro Massimo. Sit-in dei lavoratori Almaviva: “Presidente, il popolo è qui fuori”

Stamattina al Teatro Massimo è stato inaugurato il 210° anno accademico dell’Università degli Studi di Palermo, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il primo presidente siciliano. Fra le autorità che hanno partecipato all’evento vi sono state il governatore della Sicilia Rosario Crocetta, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il presidente dell’Assemblea siciliana Giovanni Ardizzone, il sottosegretario Davide Faraone, il Procuratore Lo Voi, il Questore Longo e, ovviamente, il nuovo rettore Fabrizio Micari.

In occasione della presenza di Mattarella, un centinaio di lavoratori del call center Almaviva ha organizzato un sit-in di fronte al Teatro Massimo, urlando slogan per richiamare l’attenzione del capo dello Stato, che è arrivato con la macchina presidenziale intorno alle 11:30. “Mattarella è uno di noi“, ha urlato una manifestante, nella speranza che il presidente si avvicinasse. Ma, salutate le autorità, Mattarella è entrato direttamente in teatro. “Presidente, il popolo è qui fuori”, hanno urlato altri manifestanti, delusi per il disinteresse delle istituzioni nei confronti della loro sorte. I lavoratori di Almaviva, infatti, fremono al susseguirsi di notizie circa l’apertura delle procedure di mobilità da parte della proprietà entro la prima metà di marzo.

La cerimonia è proseguita all’interno del Teatro Massimo, dove il magnifico rettore Fabrizio Micari ha tenuto la sua relazione. “In un territorio come quello in cui il nostro ateneo si trova ad operare non può essere trascurato il ruolo sociale dell’Università quale avamposto di legalità e catalizzatore della crescita delle componenti meno abbienti della società”, ha dichiarato Micari. Gli studenti dell’Università di Palermo, nonostante l’importante evento, non erano molti, probabilmente per le modalità di accreditamento, che sono state comunicate attraverso la piattaforma “Google community”, che solo in pochi conoscono.

(foto copertina di Igor Petyx)

Il voto dei nostri lettori
[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Commenti

Eliseo Davì
Seguimi su:

Eliseo Davì

Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola", ho collaborato con "L'ora", con il giornale online "MasterLex" e tutt'ora collaboro con "IoStudioNews", Tv7 Partinico e con Tgs. E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.
Eliseo Davì
Seguimi su:
Share